MōVI camera stabilizer

Stabilizzare una ripresa, avere movimenti di camera fluidi, non è una cosa semplice. Le soluzioni economiche come le steady cinesi o indiane sono difficili da bilanciare correttamente mentre le controparti più costose e professionali sono spesso ingombranti e pesanti. Da un paio di giorni sono disponibili in rete alcuni video girati con la nuova MōVI, un innovativo sistema di stabilizzazione inventato dalla Freefly e testato in anteprima da Vincent Laforet. Lo stesso Laforet, dopo averla messa alla prova in diverse situazioni di ripresa (discese da scale strette, su un elicottero, correndo sui pattini…) ne ha parlato entusiasticamente come di una “rivoluzione” nel mondo delle DSLR. E in effetti pare proprio che si tratti di un sistema davvero interessante: pratico, leggero e tutto sommato compatto. L’immagine qui sotto mostra bene il suo funzionamento, è davvero incredibile!

MōVI

La sua efficacia dovrebbe dipendere da dei giroscopi a 3 assi che riescono ad isolare la camera dai movimenti dell’operatore, facendola “galleggiare” in aria.
Uno dei grandi vantaggi della MōVI è dato dalle sue dimensioni, è molto più pratica da usare di una steadicam completa e la rende utilizzabile per alcune riprese difficilmente ottenibli con altri sistemi.
Il prezzo è di circa 15.000 dollari, più o meno come una steadicam “entry level”. Non è certo un prezzo alla portata di tutte le tasche (anche se alcune voci parlano di una versione economica di prossima uscita che dovrebbe costare circa la metà), ma idee “rivoluzionarie” come queste fanno ben sperare nel mercato, e magari in altri prodotti simili ma dal prezzo più contenuto!
Qui sotto i video prodotti da Vincent Laforet per la Freefly. Vale la pena di guardarli!

2 commenti su “MōVI camera stabilizer

    1. Anch’io!
      La versione “economica” nel sito della Movi non c’è ancora…
      L’altro giorno però stavo leggendo su alcuni blog che il principio su cui si basa non è così difficile da costruire. Se cerchi “Brushless Gimbal” su google trovi diversi esempi 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *