Oscar – il convento

Di nuovo sul set di Oscar, per una bella scena notturna…
E’ stata una giornata molto impegnativa, ci siamo trovati alle 7 di mattina per preparare tutto, e sono tornato a casa alle 2 di notte! La giornata è stata dedicata alla scena dove un gruppo di soldati tedeschi entrava nel convento in cui si era rifugiata la famiglia di Oscar, e lo perquisiva.
All’inizio, dopo aver sistemato le luci in una stanza, abbiamo girato un dialogo in interno (simulando che fosse di notte) fra Oscar e una partigiana (interpretata da Anna Zago). Intanto Ruggero e Lisi Roan preparavano i fari esterni per la scena notturna. Per l’occasione avevamo noleggiato un generatore da 40Kw, in modo da poter illuminare l’esterno della villa, il parco e parte del bosco dove avremmo girato il resto della scena. Ruggero aveva portato 5 fari Arri da 5Kw l’uno oltre ad altri fari da 2Kw. La prima parte, il dialogo interno, è stato girato con la Panasonic AF101 su cavalletto, montando l’obbiettivo 50mm f1.8, equipaggiata con monitor SmallHD DP6 e follow focus Zacuto. Il resto, gli esterni e gli interni con i tedeschi, sono stati girati quasi esclusivamente con la steadicam.
Una scena, in particolare, è stata piuttosto difficile: un gruppo di soldati entrava dalla porta principale, saliva due rampe di scale, entrava in un corridoio e cominciava a perquisire le varie stanze. Il tutto in un unico piano sequenza, anche se probabilmente verrà poi intervellato in fase di montaggio con altre riprese. Nella prima rampa precedevo i tedeschi salendo con la telecamera rivolta indietro (quella che in gergo Steadicam viene detta posizione Don Juan), mi fermavo sul piccolo pianerottolo per farmi superare quindi giravo attorno alla telecamera e cominciavo a seguirli sulla seconda rampa e all’interno del corridoio per poi indietreggiare quando uscivano dalle stanze. La scena è stata ripetuta quasi una decina di volte, fra prove ed errori, ma alla fine sembra sia venuta bene!

3 commenti su “Oscar – il convento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *